Focaccia alle olive

Più che un piatto vero e proprio, una fragrante focaccia alle olive fatta in casa è l’accompagnamento perfetto per tutti gli altri piatti del vostro pic nic da 10 e lode. Una ricetta semplice, almeno in apparenza, ma in realtà fare una buona focaccia con il forno casalingo non è proprio facile, ed è possibile che vi ci voglia qualche tentativo prima di riuscirvi alla perfezione. Ma non cedete alla tentazione di comprarla in panificio, e vedrete che la vostra perseveranza sarà ricompensata. Le dosi sono per 4-6 persone.
Disponete 400 grammi di farina bianca a fontana sul piano di lavoro, versando al centro 20 grammi di lievito di birra sciolto in due cucchiai di acqua tiepida e due cucchiai di olio di oliva. Lavorate a lungo la pasta con le mani aggiungendo anche altra acqua tiepida se necessario, poi rompete la pasta in pezzi ricavandone dischi sottili di 15-20 cm di diametro, che dovranno lievitare in un luogo tiepido per circa mezz’ora.
Scolate intanto 300 grammi di olive in salamoia, snocciolatele se necessario e sciacquatele più volte in acqua corrente per eliminare le tracce di sale, poi tagliatele e mettetele in una ciotola. Unite, se volete (non sempre sono gradite a tutti, ma sono indubbiamente molto gustose) 150 grammi di acciuge dissalate, lavate, deliscate e tagliate a pezzettini, con un po’ d’olio e di pepe. Spalmate il composto sui dischi, lasciando un bordo vuoto di circa 2 cm su ogni disco, e ripiegatelo fino a formare un rotolino ripieno dello spessore di tre o quattro centimetri.
Una volta che tutti i rotolini saranno pronti, piegateli in due e disponeteli in una teglia unta d’olio: la teglia dovrà essere interamente riempita con i rotolini così da formare un’unica focaccia che poi dovrete leggermente appiattire con le mani. Aggiungete un filo d’olio su tutta la superficie e cuocete in forno già caldo a 180° per circa 40 minuti.
Questa focaccia si può servire sia calda che fredda, ed è perfetta quindi per il vostro pic nic. Potete già porzionarla in piccole fette da utilizzare come accompagnamento alle pietanze principali. Ponete le fette di focaccia in un contenitore e quest’ultimo nel vostro frigo portatile: il freddo ridurrà l’evaporazione dell’acqua contenuta nella pasta della focaccia mantenendola quindi più morbida fino al momento del consumo. Per selezionare il frigo portatile perfetto per le vostre esigenze vi consigliamo di visitare questo sito: www.primariepd2013.it/mini-frigo/.

Orecchiette al Ragù di Salsiccia e Cimette di Rapa

Ben ritrovati cari lettori in questa nuova ricetta. Oggi un primo piatto molto gustoso con queste Orecchiette al Ragù di Salsiccia e Cimette di Rapa.
L’origine incerta di questo formato di pasta vede la sua probabile origine nel territorio di Sannicandro di Bari tra il XII e il XIII secolo. In precedenza tuttavia è possibile trovare metodi di realizzazione molto simili, già a partire dal Medioevo, nella zona provenzale Francese. La caratteristica forma incavata permetteva una conservazione ed essiccazione migliore, garantendo così un sostentamento in periodi di carestia.
L’uso della cima di rapa conferisce al piatto un sapore piacevolmente piccante ed amarognolo, non apprezzato da tutti, ma stupefacente.
Passiamo a questa semplice ricetta, regina della tavola Pugliese partendo dagli ingredienti (1 persona)

Orecchiette : 80 gr
Cima di Rapa : 150 gr
Salsiccia non speziata : 100 gr
Aglio : 1 spicchio
Peperoncino : 1 piccolo
Olio Extravergine di Oliva q.b.
Sale q.b.

I procedimenti di cottura sono tre : il primo, che ho usato in questa ricetta, prevede di sbollentare per alcuni minuti le foglie di cima di rapa e successivamente farle saltare in padella, il secondo consiste nel metterle a stufare fin da subito insieme alla salsiccia, ed il terzo prevede la cottura delle orecchiette direttamente insieme alla cima di rapa.
Mettete a bollire l’acqua della pasta salata.
Cominciate lavando per bene sotto acqua corrente le foglie di cima di rapa avendo cura di scegliere le più tenere.
In un tegame con acqua bollente salata mettete a sbollentare per 5 minuti la verdura.
Nel frattempo fate scaldare, in una padella antiaderente, olio extravergine, lo spicchio di aglio ed il peperoncino.
Versate le foglie ammorbidite e fatele saltare a fiamma media per insaporirle.
Buttate le orecchiette nell’acqua. Il tempo di cottura di questo formato di pasta è di circa 8 minuti al dente.
Nella padella con la verdura aggiungete ora la salsiccia sminuzzata e privata del suo budello.
Una volta cotto e dorato il condimento aggiungete un mestolo di acqua di cottura carica di amido e fate saltare insieme alla pasta per un paio di minuti.
E voilà un primo piatto velocissimo da preparare ma veramente gustoso e dal sapore particolare.
Mi raccomando se la ricetta vi è piaciuta lasciate un mi piace ed un commento, iscrivetevi alla pagina di Facebook e come sempre…
Bon appètit